domenica 15 febbraio 2015

di Puzzle, spade e status quo.

Continuo a non saper aggiornare il blog.
 È un handicap, vero e proprio, ma ogni tanto il mio pensiero torna a questa pagina e ho voglia di scrivere qualcosa.
La mia vita continua a cambiare.
Lavoro, ovviamente. Quest'anno, finita la Holden, ho deciso di darmi ai lavori più disparati:
  • Ho continuato a fare le mie vignette per Verifica Incerta, che mi donano sempre la voglia e la forza di disegnare e vedere film e serie tv.
  • Mi sono cimentata in storyboard e character design, che sono ormai le cose che preferisco. Se me l'avessero detto una decina di anni fa, non ci avrei creduto.
  • Ho addirittura preso il CAMERIERATO, per poco, anzi pochissimo, ho lavorato in un bar, mettendo alla prova me stessa. Forse non lo sapete, o forse l'ho già detto più volte, ma non sono una donna nota per la sua grazia o la sua eleganza. Di certo, non per il suo equilibrio...
  • Sto insegnando. Ebbene sì, in varie classi tra elementari e medie. Cosa insegno? Eh! Bella domanda, in realtà li faccio leggere e scrivere fumetti. Mi piace insegnare, anche se ho avuto a ridire con un paio di bulle di dodici anni, quattro volte me in peso e altezza, che hanno fiutato il mio Nerdismo interiore... non so se arriverò al mio prossimo compleanno, ma se dovessero uccidermi, fatemi impagliare in una posa eroica. Ad ogni modo è una cosa che mi sento di suggerire a tutte le persone che sentono di aver smarrito la ragione per cui hanno iniziato a fare qualcosa, provare ad insegnarla a qualcuno di giovane, puro, incontaminato-più o meno-. 
  • Ah, ho aperto una pagina fan su Facebook, con tutti i miei lavori e racconti, se potesse interessare a qualcuno! Non vi interessa? Beh, dovrebbe!
Beh, sono cambiate tante cose.
 Lo tsunami è passato ancora una volta da casa mia e mi ha lasciata con poche, pochissime forze.
Mi sono ritrovata a guardare un piccolo video animato sul viaggio dell'eroe.

L'eroe parte da una situazione iniziale, uno status quo, riceve una chiamata-che inizialmente rifiuta-, incontra un mentore, parte per l'avventura, conosce amici e nemici, affronta battaglie, perde, muore...Ritrova la forza -LA SPADA-, torna in battaglia, e finalmente vince.
Torna così ad uno status quo, diverso da quello da cui è partito.
E poi succede ancora. E ancora. E ancora.
Quanti status quo ci sono nella vita di una persona?
Quante volte le cose cambiano per poi tornare ad essere le stesse, solo non-proprio-le-stesse?
Se Galavant (# nanananana gaaaalavaaant #) mi ha insegnato qualcosa, però, è che tutti vengono abbattuti, tutti cadono, ma l'eroe è quello che ha la forza e la voglia di rimettersi in piedi.
Io mi ci rimetto in piedi, per carità. A volte è solo un po' snervante pensare che succederà ancora, e ancora, e ancora. E che gli status quo cambieranno e io -noi- non potrò-potremo- farci nulla.
Perché arriva sempre la chiamata all'avventura e tu puoi rifiutarla una, due, tre volte, ma presto o tardi è l'avventura stessa che arriva a darti un calcio in culo per farti smuovere. E puoi cercare di essere forte, tutto d'un pezzo, tentare di far sempre la scelta giusta, ma le cose capitano.
E, sempre perché cito cose molto alte, come dicono in Kung Fu Panda : Incontri il tuo destino sulla strada intrapresa per evitarlo.
Quindi eccoci qui. Eccomi qui.
Che cerco di tornare a scrivere, che disegno, che insegno e inseguo mille piccoli sogni, frammenti di quel grande obbiettivo con cui ero partita anni e anni fa, e che cerco di rimettere a posto.
Sono sempre stata una sega con i puzzle, ma proverò ancora una volta. 

L'importante è trovare la spada giusta.


Followers